Come faccio a identificare quali volumi collegati alla mia istanza Linux di Amazon EC2 sono volumi di archivio dell'istanza (effimeri)?

5 minuti di lettura
0

Ho un'istanza Linux di Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2) a cui sono collegati i volumi Amazon Elastic Block Store (Amazon EBS) e i volumi di archivio dell'istanza. Voglio identificare i volumi collegati che sono volumi di archivio dell’istanza.

Breve descrizione

Per identificare i volumi di archivio dell'istanza sulle istanze Linux di Amazon EC2, controlla innanzitutto se il tipo di istanza supporta i volumi di archivio dell'istanza. Se l'istanza supporta i volumi di archivio dell’istanza, controlla il tipo di volumi di archivio dell’istanza supportati. Successivamente, esamina le informazioni del volume dal sistema operativo (OS).

Risoluzione

  1. Verifica l'eventuale tipo di volume di archivio dell'istanza (HDD, SSD o SSD NVMe ) supportato dall'istanza. Controlla le ottimizzazioni di quantità, dimensioni, tipo e prestazioni dei volumi di archivio dell'istanza disponibili per ogni tipo di istanza supportato.
  2. Determina quali volumi collegati alla tua istanza sono volumi di archivio dell'istanza. Il metodo di identificazione dipende dalla presenza di volumi di archivio dell'istanza SSD NVMe o HDD/SSD.

Volumi di archivio dell'istanza SSD NVMe

  1. Connettiti alla tua istanza.

  2. Installa il pacchetto NVMe a riga di comando, nvme-cli. Utilizza gli strumenti di gestione dei pacchetti per la tua distribuzione Linux. Per le istanze Amazon Linux, utilizza il comando yum per installare il pacchetto nvme-cli. Per le istruzioni di download e installazione per altre distribuzioni, consulta la documentazione GitHub per nvme-cli o consulta la documentazione per la tua distribuzione.

  3. Esegui il comando nvme list come utente con privilegi:

    $ sudo nvme list

    La colonna Model in questo esempio di output indica se ogni dispositivo collegato è Amazon Elastic Block Store o Amazon EC2 NVMe Instance Storage. L'output di esempio proviene da un tipo di istanza che supporta un dispositivo SSD NVMe:

    $ sudo nvme list
    Node             SN                   Model                                    Namespace Usage                      Format           FW Rev
    ---------------- -------------------- ---------------------------------------- --------- -------------------------- ---------------- --------
    /dev/nvme0n1     vol0923757ba05df9515 Amazon Elastic Block Store               1           0.00   B /   8.59  GB    512   B +  0 B   1.0
    /dev/nvme1n1     AWS1A4FC25FB16B79F76 Amazon EC2 NVMe Instance Storage         1          50.00  GB /  50.00  GB    512   B +  0 B   0

Volumi di archivio dell'istanza HDD o SSD

Per i volumi di archivio dell’istanza HDD o SSD, scarica l'elenco dei dispositivi a blocchi collegati dal sistema operativo. Quindi, recupera la sezione di mappatura dei dispositivi a blocchi dai metadati dell'istanza.

  1. Connettiti alla tua istanza.

  2. Esegui il comando lsblk. Se il comando lsblk non è presente, installa il pacchetto util-linux dagli strumenti di gestione dei pacchetti per la tua distribuzione Linux. Per le istanze Amazon Linux, installa il pacchetto util-linux usando il comando yum install. Per le istruzioni di download e installazione per altre distribuzioni, consulta la documentazione per la tua distribuzione:

    $ sudo lsblk

    Questo esempio di output mostra l'elenco dei dispositivi a blocchi di un'istanza con molte unità. Questa istanza viene eseguita su un tipo di istanza che supporta i volumi di archivio dell’istanza SSD:

    $ sudo lsblk
    NAME    MAJ:MIN RM   SIZE RO TYPE MOUNTPOINT
    xvda    202:0    0     8G  0 disk
    └─xvda1 202:1    0     8G  0 part /
    xvdb    202:16   0 745.2G  0 disk
    xvdc    202:32   0 745.2G  0 disk
    xvdd    202:48   0 745.2G  0 disk
    xvde    202:64   0 745.2G  0 disk
  3. Identifica se xvdb, dall'output di esempio precedente, è un'unità effimera. A tale scopo, recupera i metadati di mappatura dei dispositivi a blocchi. Utilizza l'URL di base per tutte le richieste di metadati delle istanze (http://169.254.169.254/latest/meta-data/block-device-mapping):

    $ curl http://169.254.169.254/latest/meta-data/block-device-mapping/ephemeral0
    sdb
    $ ls -l /dev/sdb
    lrwxrwxrwx 1 root root 4 Aug 27 13:07 /dev/sdb -> xvdb

    In questo esempio, la mappatura dei dispositivi a blocchi per ephemeral0 è su sdb. Questo è un collegamento simbolico a xvdb. Ciò significa che xvdb è un dispositivo effimero.

  4. (Facoltativo) Puoi anche utilizzare questi comandi per automatizzare il processo per mostrare i dispositivi effimeri dell'istanza:

    Identifica i dispositivi a blocchi del sistema operativo:

    OSDEVICE=$(sudo lsblk -o NAME -n | grep -v '[[:digit:]]' | sed "s/^sd/xvd/g")

    Imposta l'URL di mappatura dei dispositivi a blocchi:

    BDMURL="http://169.254.169.254/latest/meta-data/block-device-mapping/"

    Scorri i dispositivi del sistema operativo e trova la mappatura dei dispositivi a blocchi:

    for bd in $(curl -s ${BDMURL}); do MAPDEVICE=$(curl -s ${BDMURL}/${bd}/ | sed "s/^sd/xvd/g"); if grep -wq ${MAPDEVICE} <<< "${OSDEVICE}"; then echo "${bd} is ${MAPDEVICE}"; fi; done | grep ephemeral

    Questo esempio mostra questi tre comandi e un output:

    $ OSDEVICE=$(sudo lsblk -o NAME -n | grep -v '[[:digit:]]' | sed "s/^sd/xvd/g")
    $ BDMURL="http://169.254.169.254/latest/meta-data/block-device-mapping/"
    $ for bd in $(curl -s ${BDMURL}); do MAPDEVICE=$(curl -s ${BDMURL}/${bd}/ | sed "s/^sd/xvd/g"); if grep -wq ${MAPDEVICE} <<< "${OSDEVICE}"; then echo "${bd} is ${MAPDEVICE}"; fi; done | grep ephemeral
    ephemeral0 is xvdb
    ephemeral1 is xvdc
    ephemeral2 is xvdd
    ephemeral3 is xvde
AWS UFFICIALE
AWS UFFICIALEAggiornata 6 mesi fa